«La fusione con un'azienda partner ci è stata comunicata in modo chiaro e tempestivo. Ciò ha contribuito notevolmente alla motivazione di collaboratori e collaboratrici.»

La Convenzione: il contratto collettivo di lavoro

Il CCL quale parte importante del contratto di lavoro

La Convenzione dell'industria metalmeccanica ed elettrica vale come contratto collettivo di lavoro (CCL) tra i datori di lavoro dell'industria MEM e le loro collaboratrici e i loro collaboratori.

Per le collaboratrici e i collaboratori delle aziende associate ASM, il CCL è una parte importante del contratto di lavoro. Dal CCL derivano condizioni di lavoro migliori di quelle previste dalla legge.

Il CCL si applica ad oltre 96 000 impiegati e a circa 560 aziende dell'industria MEM.

Disposizioni all'avanguardia

Il CCL dell'industria metalmeccanica ed elettrica fissa condizioni quadro chiare e sensate ed offre:

  • Condizioni d'assunzione e di lavoro moderne
  • Prestazioni sociali all'avanguardia
  • Diritti di partecipazione ampliati nell'azienda
  • Una base per la collaborazione delle parti contraenti
  • Condizioni quadro stabili per lo sviluppo di tutto il settore

Miglioramenti periodici

L'ambiente economico è in continua trasformazione e presenta sempre nuove sfide all'industria metalmeccanica ed elettrica e all'organizzazione del lavoro.

Con il rinnovo periodico del CCL, l'industria MEM dispone di una buona base per affrontare le sfide future. Il CCL attuale dell'industria MEM entra in vigore il 1° luglio 2018 e rimane valido fino al 30 giugno 2023.

Il partenariato sociale rende possibile una stabile collaborazione e costituisce un importante fattore di successo nella concorrenza globale.